martedì 2 dicembre 2008

DROGA, IL MENEFREGHISMO DEI SERT



I Sert (Servizio Tossicodipendenze) sono strutture che dovrebbero aiutare i ragazzi a venire fuori dalla dipendenza della droga, invece continuano a drogarli rendendoli schiavi con metadone, subutex e psicofarmaci vari che sono vere bombe che agiscono contro il rispetto dell'essere umano, con tali psicofarmaci mettono a rischio la loro vita.
Prescrivono questi medicinali senza dare nessuna informazione anche perché li distribuiscono in bustine anonime e non nelle confezioni originali tenendo all'oscuro l'utente di quello che gli viene somministrato e tutto ciò senza fare delle analisi preventive sul ragazzo/a che è ignaro delle conseguenze che tali medicinali possono provocare, non sapendo le controindicazioni che contengono.
Per curiosità ho scaricato da internet gli effetti collaterali che questi medicinali possono provocare perché mia figlia ne fa uso ormai da anni, mi sono spaventato, le indicazioni sono un bollettino di guerra, mi è venuta la pelle d'oca.


Io mi domando e dico questi medici si ricordano del giuramento di Ippocrate che hanno fatto? Secondo me no, leggete lo stralcio di questa legge regionale sulla tossicodipendenza del 1994:

"PROGETTO REGIONALE TOSSICODIPENDENZA". INDIRIZZI PROGRAMMATICI E DIRETTIVE SULL'ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI PER LE TOSSICODIPENDENZE (D.P.R. 309/90 E L.R. 19/94).
Premessa
Il presente Progetto ha per oggetto la tossicodipendenza, l'uso e l'abuso di sostanze stupefacenti e i problemi connessi.
Le sostanze stupefacenti e psicotrope ed i loro meccanismi di diffusione esulano dall'interesse del presente progetto.
Con il termine "tossicodipendenza" si intendono tutte le forme di dipendenza da abuso di sostanze psicoattive legali ed illegali. La tossicodipendenza un disturbo potenzialmente cronico con possibilità di recidiva.
Al centro dell'interesse c'è la PERSONA con la sua sofferenza, i suoi problemi ed i suoi bisogni; i comportamenti sono importanti, in quanto segnali di disagio e aiutano a capire la persona.
Gli operatori di questo settore rispondono a tutti gli adempimenti richiesti dalla legge, nell'ottica dell'aiuto alla persona, senza porsi in termini di giudizio o di stigmatizzazione dei comportamenti e aiutando le persone a chiedere aiuto.

Dello stralcio riportato sopra in questi anni non abbiamo mai constatato nulla, solo la rigidità demenziale della "limitazione del danno" a loro inculcata dal sistema imbottendo i ragazzi di droga sostitutiva, peggiorando sempre più la situazione.
A noi genitori non resta altro che vedere i nostri figli morire giorno per giorno però in modo legale!!!

martedì 1 aprile 2008

FREE TIBET e un vafffanculo all'ONU


Nel mondo intero ci sono dimostrazioni contro la prepotenza cinese nei confronti del Tibet e i politici dei cosiddetti paesi democratici fanno finta di nulla.
Da qui a poco mangeranno tanto di quella merda!!!

sabato 22 dicembre 2007

ECCO UN VERO GIORNALISTA, XAVIER JACOBELLI


Luigi de Magistris uomo dell'anno, Clementina Forleo donna dell'anno. I due magistrati sono il simbolo dell'impegno civile, del servizio dello Stato, del coraggio, della determinazione delle persone per bene.

Roma, 22 dicembre 2007 - "C'è voglia di gogna", avverte Silvio Berlusconi, dopo il comizio a Cinecittà dove gli hanno tirato le uova, come se il Vaffa Day, l'antipolitica e la nausea della politica fossero un'invenzione dei giornali. "Babbo Natale, facci un regalo: fai sparire per sempre Prodi", si legge su una delle centinaia di lettere di Natale che i navigatori Quotidiano.net stanno spedendo in questi giorni al capo del governo e possiamo garantirvi che, quella usata, è una delle espressioni più carine nei confronti del premier.

Il New York Times ci ha definito il popolo più infelice dell'Occidente. Il Times ci ha predetto un futuro da Paese vecchio e povero. Gli spagnoli ci hanno appena sorpassato nelle classifiche economiche. I francesi si sono presi l'Alitalia.

No, non è un buon Natale questo del 2007, appestato da un sistema politico che, senza nessuna distinzione di sorta, di colore, di partito, dovrebbe fare una cosa sola: sparire. Eppure, convinti come siamo che non bisogna mollare mai, ci ostiniamo a pensare che arrendersi alla Casta è proibito, cedere alla Casta è un lusso, resistere alla Casta è un dovere.

Anche per questo, Quotidiano.net sceglie Luigi de Magistris come uomo dell'anno e Clementina Forleo come donna dell'anno. Sono due magistrati perseguitati, molestati, ostacolati dal Sistema perchè fanno il loro dovere senza guardare in faccia a nessuno. Sono due simboli di intendere l'impegno civile, il servizio dello Stato, il coraggio, la determinazione delle persone per bene. Sono due luci nella notte di una Repubblica i cui mali sono sempre uguali a se stessi, prima o seconda che sia. Un Paese meraviglioso dove non si decide mai nulla. Dove da mesi, da anni, si discute, ma non si fa. Dove lo sport più praticato è la difesa della poltrona, a qualunque costo e con qualunque mezzo. Dove il conflitto d'interessi è norma, la raccomandazione una prassi, l'ipocrisia una legge, la gerontocrazia un regime.

Non so se l'altro giorno vi sia capitato di guardare la foto scattata al Quirinale, in occasione degli auguri del Capo dello Stato. Da sinistra a destra, in piedi: Giorgio Napolitano, 82 anni; Franco Marini, 74 anni; Fausto Bertinotti, 67 anni; Romano Prodi, 68 anni; Silvio Berlusconi, 71 anni. Per non parlare dei senatori a vita che in Senato stampellano un esecutivo assolutamente all'altezza del precedente: nel senso che non si capisce quale sia il peggiore.
Come avrebbe detto Gassmann, hanno un grande avvenire dietro le spalle. Il problema è il presente.

di Xavier Jacobelli

http://www.italysoft.com/news/il-resto-del-carlino.html

giovedì 13 dicembre 2007

RIESCE ANCHE AD IGNORARE L'EVIDENZA (che faccia)



Oggi (13/12/07) sul New York Times è apparso un articolo sui tanti mali che affliggono la nostra nazione e la totale NON CREDIBILITA' che hanno gli italiani nei confronti dei nostri politici.
L'articolo evidenziava le varie iniziative di Beppe Grillo (per gli americani un comico) contro questo Governo a partire dal V-Day.
Chi si è indignato a questa immensa verità? In visita negli Stati Uniti il nostro caro Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
Dice testualmente il nostro Presidente senza mezzi termini "pura idiozia" alcuni passaggi della corrispondenza del New York Times di oggi e spiega che l'Italia non è certo quella di Beppe Grillo.
"Esiste capacità di iniziativa, una spinta dal basso che porta ad eccellere e certe cose mi piacerebbe vederle sui giornali. E' molto più facile avere come modello un noto comico italiano".
In particolare al Presidente sono sembrati poco graditi alcuni passaggi sui rappresentanti politici eletti in parlamento.

Discorso di insediamento come Presidente della Repubblica Italiana, 15 maggio 2006)
« Non sarò in alcun momento il Presidente solo della maggioranza che mi ha eletto; avrò attenzione e rispetto per tutti voi, per tutte le posizioni ideali e politiche che esprimete; dedicherò senza risparmio le mie energie all'interesse generale per poter contare sulla fiducia dei rappresentanti del popolo e dei cittadini italiani senza distinzione di parte »

Da quando si è insediato
con tutto quello che è successo in questi 18 mesi, non penso abbia avuto rispetto di noi italiani, ha fatto solo giochi di parte e di potere dando i suoi famosi moniti.
NON OFFENDIAMO L'INTELLIGENZA UMANA !!!

giovedì 6 dicembre 2007

QUESTO MI RICORDA QUALCOSA


Leggendo i quotidiani sull'iniziativa del CSM (Consiglio Superiore della Magistratura) per i casi Forleo e De Magistris i miei neuroni mi riportano ad anni fa, quando c'era un certo giudice CARNEVALE che sistematicamente annullava per cavilli, tutte le sentenze dei processi di mafia.
Mi accorgo oggi che le cose sono cambiate, al giudice che fà indagini sui loschi traffici della nostra vita sociale, per portare alla luce il connubio tra personaggi politici e malaffare, non si dà la possibilità
nel nome della giustizia di andare avanti se l'indagato o gli indagati sono personaggi eccellenti.
Chi sono i fautori di questa decisione? Il CSM con la nuova formula studiata a tavolino: che sarebbe L'INCOMPATIBILITÀ AMBIENTALE, ovvero il giudice che rompe troppo bisogna allontanarlo, così non si fanno più indagini non si fanno processi e si risparmiano soldi.
E tutto ciò con voto all'unanimità da parte della casta.
Il Procuratore Generale del CSM Francesco Delli Priscoli ha anche sottolineato che lui non ha subito nessuna pressione da chicchessia. Se lo dice lui......
Cosa non si fa per avere voti !!!

sabato 24 novembre 2007

NON DIAMOGLI ALTRO SPAZIO



La delusione e
l'indifferenza:

questa è l'arma
che dà forza ai
nostri politici.
Questi personaggi, per la posizione che occupano cullandosi dei poteri che noi gli abbiamo conferito, pensano di farla franca e non hanno ancora capito che i cittadini hanno le scatole piene di sigle di partito che cambiano tutti i giorni e delle loro sceneggiate in pubblico.
Se pensano di prenderci per i fondelli SI SBAGLIANO DI GROSSO!!!
Sarà tardi quando capiranno che la mobilitazione che si sta creando di giorno in giorno sulla rete li spazzerà via a calci nel sedere.
video